LEZIONI AMERICANE (I. CALVINO)

Viviamo sotto una pioggia ininterrotta di immagini; i più potenti media non fanno che trasformare il mondo in immagini e moltiplicarlo attraverso attraverso una fantasmagoria di giochi di specchi: immagini che in gran parte sono prive della necessità interna che dovrebbe caratterizzare ogni immagine, come forma e come significato, come forza d’imporsi all’attenzione, come ricchezza di significati possibili. Gran parte di questa nuvola d’immagini si dissolve immediatamente come i sogni che non lasciano traccia nella memoria; ma non si dissolve una sensazione d’estraneità e di disagio.
Ma forse l’inconsistenza non è nelle immagini o nel linguaggio soltanto: è nel mondo.

info sul libro

Annunci

Una Risposta

  1. Tra qualche settimana terrò una conferenza: il tema è la Community. Non mi piace molto parlare, figuriamoci in pubblico e per di più l’argomento mi pare trito e ritrito. Mi devo preparare. Penso che dopo qualche minuto l’attenzione della platea (?) calerà vistosamente, quindi sto pensando di inserire a vanvera nel mio discorso brani dalle “lezioni americane” di Calvino. Sempre pertinendi d’altra parte. Ma non li imparerò a memoria. Mentre qualche testa ciondolerà verso le scarpe io aprirò il libro e inizierò a leggere. Inizierò a leggere ad alta voce esattamente dal punto in cui mi sono interrotto l’ultima volta che ho aperto il libro. In sostanza mi farò i gran cazzi miei.

    La triste verità è che me la sto facendo addosso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: