LA LEGGENDA DEL SANTO BEVITORE (J. ROTH)

Passarono un certo tempo a bere e mangiare e poi, di nuovo col tassì, tornarono in città, e d’un tratto la sfera sfolgorante di Parigi fu dinanzi a loro, e loro non sapevano che cosa farsene, proprio come succede a quelle persone che non hanno nulla in comune e si sono incontrate soltanto per caso. La notte si apriva dinanzi a loro come un deserto troppo luminoso.
E non sapevano piu che cosa farsene l’uno dell’altro, dopo avere con leggerezza dissipato l’esperienza essenziale che è data a un uomo e una donna. Cosi decisero per quella che è la risposta degli uomini del nostro tempo quanto non sanno che cosa fare: andare al cinema.

info sul libro

Annunci

2 Risposte

  1. Mi piace questo brano per la sua conclusione ironica. Ma quante volte il cinema ha salvato una serata storta? Cmq per me il cinema è molto importante, non è un salvaserate, basta vedere cosa sto leggendo e il post di domani per rendersene conto.

  2. sono molto felice di aver trovato questo blog (complimento generico) e questo post (complimento nel dettaglio al gusto)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: