LATTE, SOLFATO E ALBY STARVATION (M. MILLAR)

Torno alla mia casa in cima alla collina. Guardo continuamente nelle vetrine per vedere che aspetto ho. E’ deprimente. Vorrei avere un  sacchetto di carta da mettere in testa.
Appena entrato mi metto a parlare con il criceto e questo mi dà un pò di conforto. Mi chiede se può essere d’aiuto e io gli racconto i miei problemi. Mostra comprensione ma non al punto da fare qualcosa. Parliamo di raggae e di ballo.
Se mi reincarnassi mi piacerebbe essere un criceto, in effetti penso che è quello che avrei dovuto diventare questa volta e questa occupazione accidentale di un involucro umano è l’origine dei miei problemi. Comunque sia andata non c’è modo di fare ricorso contro l’ultima reincarnazione, cosi lascio che il criceto torni a dormire e me ne vado in cucina a dare un’occhiata alle provviste.

info sul libro

Annunci

Una Risposta

  1. Di solito Andre il rasta non sbaglia quando consiglia un libro, l’anno scorso mi ha regalato “ballando nudi nel campo della mente” di Mullis quest’anno è il turno di Millar, le prima sessanta pagine promettono divertimento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: