LATTE, SOLFATO E ALBY STARVATION (M. MILLAR)

In uno dei miei rari giri fuori casa vado da Fran e Julie e mi sto lamentando in modo assolutamente ragionevole dei mieri guai quando Fran mi dice che mi lamento troppo.
Non ci posso credere. “Chi io?”
“Si”, dice. “Sei sempre a gemere e sembri distrutto, perchè non guardi dal lato illuminato una volta tanto e cerchi di portare un pò di felicità nel mondo?”
Rifletto su quello che dice e trovo che non posso proprio negarlo. Sono sempre triste.
Cosi decido di cambiare. D’ora in poi mai più lamentele da parte di Alby.
C’è un killer a pagamento che mi vuole sparare! C’è un gangster cinese che mi cerca! Sto invecchiando e sono sempre  malato! E’ grandioso! E’ uno spasso qui nell’opprimente fradicia Brixton, mai più lamentele da me!
Me ne vado risoluto a essere più allegro.

info sul libro

Advertisements

Una Risposta

  1. Raramente trovo un brano in un libro che riesce ad esserne il riassunto quasi perfetto. In questo caso forse l’ho trovato.

    P.S. Un bellissimo romanzo se avete anni venti, io l’ho trovato con una decina di anni di ritardo. Cmq grazie Andre ne è valsa la pena

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: