MEMORIE DAL FESTIVAL DEL SILENZIO I

Quella volta che mi accorsi che esisteva il silenzio è stato l’inizio di una abitudine.
Un bambino solo, in una camera da letto vuota…
Fuori dalla finestra un piccolo albero ricoperto di neve.
Il mio primo “topolino” di una collezione poi diventata numerosa, l’ho letto ovattato da una vigilia di natale.
Sospeso tra la cena con i parenti e la messa che non potevo rifiutare di seguire, con i genitori e tutto il paese.

Annunci

There are no comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: