UNDICI SOLITUDINI (R. YATES)

Hemingway non era andato e tornato dal fronte prima dei vent’anni? Ebbene anch’io. Nel mio caso, lo ammetto, non c’erano state nè  ferite nè medaglie al valore, ma il fatto sostanziale c’era. Hemingway si era forse preso la briga di andare all’università, perdendo tempo e ritardando la sua cariera? No di certo; e io altrettanto. Hemingway poteva mai prendere sul serio l’attività di giornalista? Naturalmente no. Dunque c’era solo una differenza marginale tra il mio squallido lavoro nella redazione finanziaria e il fortunato esordio allo Star. La cosa importante per uno scrittore, e sapevo che Hemingway sarebbe stato il primo a convenirne, era comunque quella di cominciare.

info sul libro

[O.L.] Il racconto più bello è l’ultimo: “Costruttori” che inizia con questa nota – “Gli scrittori che scrivono di scrittori possono produrre facilmente il peggior genere di aborti letterari”. Ovviamente il racconto è su uno scrittore… ma è un capolavoro.

Advertisements

There are no comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: