POESIE D’AMORE PER DONNE UBRIACHE (A. CALLIGARIS)

PEDALANDO NELLA DISCESA DI UN GARAGE

Vorrei saperle adesso le cose che sapevo da bambino
non il contrario
che i genitori non muoiono mai
che Babbo Natale riceve le mie lettere
che la mia maestra mi vuole bene
che da grande avrei fatto il pirata
che gli americani sono buoni e i russi cattivi
che il mio papà è il più alto di tutti quanti
che non mi sarebbe mai venuta la pancia
che non mi sarebbero mai caduti i capelli
che posso dare del tu a tutti quanti
che nuotare fa bene
che ogni anno si va in vacanza
che per il lunedi mattina c’è sempre una poesia
da imparare a memoria
che d’estate si mangia in terrazza che c’è vento
che le uniche malattie sono quelle infettive
che da quando cadono i denti ci sono sempre dei soldini
sotto il guanciale
che c’è sempre qualcuno che ti rimbocca le coperte
che un paio di tette non sono più interessanti
di un sacchetto di biglie
che di notte di dorme
che hai la vita davanti,
per sentire ancora una volta l’eternità
pedalando nella discesa di un garage.

info sul libro

[O.L.] Una raccolta di poesie che ricorda vagamente Bukowski ma senza l’amarezza sconfinata. La maggior parte delle poesia volano via senza toccare particolarmente e il continuo riferimento al sesso dopo un pò mi ha stancato. cmq non male.

 

Annunci

There are no comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: