BAOL (S. BENNI)

Il pianista del “My Way” è un giamaicano, si chiama Ozzie ed è l’unico pianista sonnambulo che conosca. Lavora di notte da quarant’anni ma non ha mai invertito il bioritmo. La mattina si sveglia alle sette, di notte quando deve lavorare crepa di sonno. Suona la prima canzone e poi si addormenta e suona in trance, basta che qualcuno gli sussurri all’orecchio il titolo di un’altra canzone e va avanti. E’ come un Juke-box.

info sul libro

[O.L.] Avevo deciso di non leggere mai più Benni dopo BAR SPORT. Ricordo che mi era piaciuto SALTATEMPO, non un granchè LA COMPAGNIA DEI CELESTINi ma BARSPORT proprio non l’avevo sopportato. E invece mi regalano BAOL. Non male a dir la verità ma continuo a non sopportare la ricerca continua della battuta comica, inoltre, sarò un classicone, ma faccio davvero fatica a seguire la trama.

Annunci

There are no comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: