PATMOS

L’aria è fresca
il caldo soffocante è
un ricordo della giornata appena finita.
Mi sono vestito
pesante
eppure in motorino
ho ancora freddo.
La spiaggia
scorre al mio fianco a 60Km/h
sembra non avere fine.
All’improvviso
salta fuori un cane
da un cespuglio, correndo.
Accellero
non voglio avere nessuno vicino.
La notte lo inghiotte
al termine di una curva
e quando sono di nuovo
solo
parcheggio sulla spiaggia
interminabile.
Voglio buttarmi in mare
di notte, di agosto, di sale
ma il cane riappare
dal nulla
con la lingua che tocca terra
e gli occhi lucidi.
Mi inginocchio guardandolo
e fischio.
Lui si avvicina
scodinzolando.
Si fida.
Mi fido.
Ci stringiamo l’uno all’altro
in un abbraccio fraterno.
Mi alzo di fretta
imbarazzato mi guardo attorno
lo accarezzo sulla testa
salgo sul motorino
e riparto.
VOglio Tornare a casa.
Mentre mi allontano
lo osservo dallo specchietto
retrovisore.
Si lecca in mezzo alle gambe.
Non mi segue più.

Advertisements

Una Risposta

  1. Bello!
    Tutti i cani sono amici. Amici senza conoscere, ma già sembra amici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: