TRILOGIA DELLA CITTA’ DI K. (A. KRISTOF)

Ho solo cinquant’anni. Se smetto di fumare e di bere, o piuttosto di bere e di fumare, potrei ancora scrivere un libro. Dei libri no, ma un libro solo forse sì. Sono convinto, Lucas, che ogni essere umano è nato per scrivere un libro, e per nient’altro. Un libro geniale o un libro mediocre, non importa, ma colui che non scriverà niente è un essere perduto, non ha fatto altro che passare sulla terra senza lasciare traccia. Se resto qui, non scriverò mai un libro.

info sul libro

[O.L.] DIciamolo in modo semplice: il più bel romanzo che ho letto negli ultimi mesi, tanti mesi. Un romanzo intensissimo, letto in una full immersion di due giorni. Stupenda la parte centrale, mentre la terza è in grado di capovolgere ogni certezza precostruita.
La trama è abb complessa e mette a dura prova la memoria. Lo stile secco della prima parte non permette di mollare il libro neanche un attimo. Capolavoro.

Annunci

6 Risposte

  1. Sottolineo: capolavoro !

  2. Sto ancora finendo di leggerlo..
    In alcuni passaggi mi ha lasciato dentro un malessere, una sofferenza, come dopo aver ricevuto un pugno nello stomaco…
    in genere non amo ciò che fa leva su questa mia sensibilità… gli strattoni… non amo ciò che emoziona creando disagio psicologico…
    credo vada bene solo per chi vive e continua a vivere distratto..
    ma vedremo alla fine.

  3. stai dicendo che vivo distratto? :)… bè è vero…

  4. 🙂 no, non ti conosco, non mi permetterei… a meno di non poterlo affermare con certezza! Nel qual caso, sì, te lo direi! 🙂
    Intendevo che ci sono alcuni libri, alcuni film, quadri e prodotti d’arte (non tutti sono opere) che creano in me un malessere difficile da mandar via. A volte è fin troppo scontato il fine, a volte è più occulto, a volte sono davvero opere d’arte…e tanto di cappello anche al malessere!
    Questo libro sembra rientrare tra quest’ultimi…ma prima di affermarlo al 100%, preferisco arrivare sino alla fine.
    …sperando di non uscirne troppo scombussolata!

  5. mmmh… odio le faccine (non sapevo comparissero…)
    Vale per una prossima volta.

  6. Bello, tagliente, terribile, dolce. Ti toglie le certezze ogni volta che ti sembra di averle acquisite, ti rimette in discussione l’intera vita quando pensi di averla in pugno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: