STORIA SBAGLIATA

E’ il segno che mi è rimasto
non chiedermi ancora una volta
come è andata:
lo sai che è una storia sbagliata.

Sua madre ce l’ha molto con me
perchè rubo le frasi a De Andrè
e non sono dispiaciuto, e in più vivo.
Non capisce che non mi occorre
una chitarra e che tutto è gioco,
potrei fare il cubo di rubik
e sarebbe lo stessa cosa.
Potrei chiedere alla luna
di tessere i suoi capelli.
Oppure, lungo il filo della notte
potrei assaggiare labbra di miele
e fare cose alquanto strane.
Sua madre non crede
che posso chiedere ciò che voglio
e dare ciò che posso.

E’ il segno che mi è rimasto
non chiedermi di nuovo
com’è questa notte:
lo sai che è una notte sbagliata.

Annunci

There are no comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: