MONET

Ho sempre lavorato in solitudine
e seguendo solo le mie
impressioni.
Per sentirmi poi, in solitudine
misero e incapace.
Sei natura attorno a me
in quanto a dipingerti, è impensabile,
sono effetti di durata troppo breve
i tuoi scherzi con la luce
sono impossibili da ritrovare.

Questa mattina
avevi un mare blu meraviglioso
e la schiuma come argento.
Mi occorrerebbe una tavolozza
di diamanti e gioielli
ma ho voluto tentare.
Ombrellone, tela
tutto è stato spazzato via
da un vento terribile e spaventoso:
una tempesta a sol sereno.
E io,
il più illustre pittore di Parigi
ho dovuto battere la ritirata,
furibondo.

Esigo che tu mi ami
come io t’amo.
La sola idea che mi eccita
ora, è quella del
ritorno.

Annunci

There are no comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: