QUADERNI (CIORAN)

More about Quaderni 1957-1972

Sono andato alla clinica di rue d’Assas a farmi sturare un orecchio. La donna alla cassa mi chiede: “lei attualmente lavora o è disoccupato?”.
Eccomi di colpo piombato, sprofondato nella società. Se la donna mi avesse chiesto: “Fa ancora l’assassino?”, la sua domanda mi avrebbe provocato meno disagio.

La proposizione: “Niente è sicuro” è la più sicura di tutte le proposizioni incerte.

Scrivono bene non i pessimisti ma, i delusi.

Lo stato d’animo di cui ho bisogno è l’allegria. Senza di lei, non si può fare niente di vivo. Tutto ciò che si fa con il suo aiuto è buono, anche se non è profondo.

Guardando le onde, rimuginare, come loro, l’inconcepibile fatto di esistere.

Se potessimo limitarci a guardare! Ma disgrazia vuole che ci intestardiamo a capire.

Non è la morte l’ora della verità, è la nascita.

info sul libro

[O.L.] Ormai è un fratello. pagina 800.

Annunci

There are no comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: